CANCRO COLORATO DEL PLATANO – Richiesta di interventi

Ceratocystis platani (Walter) Engelbrecht & Harrington (ex Ceratocystis fimbriata f. sp. platani C. May & J.G. Palmer) è un fungo di origine americana agente del Cancro colorato del platano (in inglese canker stain of plane) o più semplicemente della cosiddetta “moria del platano”.

Sebbene sia noto da tempo e siano state ormai sviluppate strategie efficaci per il suo contenimento, C. platani rappresenta una seria minaccia a causa non solo della sua infettività ma anche della capacità di indurre una malattia letale e dal decorso molto rapido.

Come riconoscerlo

Ceratocystis platani attacca tutte le parti legnose dell’albero in cui penetra esclusivamente attraverso ferite. Durante il primo anno di infezione, sulla corteccia si producono screpolature longitudinali che evolvono in una necrosi allungata e depressa. Via via che l’infezione avanza, il ritidoma assume dapprima una colorazione chiara, poi giallo-crema-verdognola, quindi nocciola chiaro ed infine rosso-bruna. Il fungo si approfondisce nell’alburno determinando all’interno del cilindro legnoso la comparsa di caratteristiche alterazioni di colore blu che nel tempo diventano rosso-brunastre giustificando il nome di “cancro colorato”. Al di sopra della zona infetta il fogliame appassisce più o meno rapidamente e cade precocemente (filloptosi). Via via si osserva il progressivo deperimento della chioma, la comparsa di riscoppi vegetativi al di sotto della zona infetta ed infine la morte dell’intera pianta.

Ospiti e danni

Le specie vegetali principali ospiti sono il platano orientale (Platanus orientalis) ed il platano comune (P. x acerifolia), con tassi di mortalità pari anche al 100%. Sensibilmente più tollerante è il platano americano (P. occidentalis).

I danni sono estremamente ingenti trattandosi di una malattia letale con un decorso molto rapido causata da un patogeno molto infettivo.

Il principale vettore del patogeno è l’uomo che con le operazioni di scavo in prossimità degli alberi o con le potature è in grado di diffondere l’inoculo fungino.

Come richiedere l’intervento

L’intervento del Servizio fitosanitario deve essere richiesto attraverso l’apposito modello: Richiesta Interventi su platani e deve essere trasmesso via pec all’indirizzo direzioneagricoltura.regione@postacert.umbria.it

Quando è possibile effettuare gli interventi su platano

Gli interventi di potatura ordinaria su piante di platano sono consentiti solamente dal 1 novembre al 31 marzo

Tutti gli altri interventi (abbattimenti, interventi di scavo in prossimità di piante di platano, interventi per somma urgenza, estirpazione/devitalizzazione di ceppaie) sono invece consentiti durante tutto l’arco dell’anno.

Quanto costa

Non è previsto nessun costo per l'effettuazione del sopralluogo o per l’invio delle comunicazioni da parte del SFR.

Ulteriori informazioni o chiarimenti

inviare una mail all'indirizzo: fitosanitario@regione.umbria.it

>>Per ulteriori informazioni vai alla pagina istituzionale